giovedì 18 dicembre 2014

Ascoli Satriano sotto l'albero

Ascoli Satriano sotto l'albero

Per tutto il periodo natalizio, a partire dal 6 dicembre 2014 fino al 14 gennaio 2015, i visitatori potranno informarsi sull'offerta turistica del territorio attraverso l'iniziativa "Ascoli Satriano sotto l'albero", a cura di Rosaria Di Reda e Saverio Simone, allestita presso l'ufficio I.A.T. del Polo Museale: archeologia, storia, fede e antichi sapori del nostro Natale da scoprire sotto l'albero.
Il Polo Museale sarà aperto regolarmente nell'orario consueto tutti i giorni festivi fino al 14 gennaio 2015, festa patronale di San Potito martire ad Ascoli Satriano.


È disponibile il servizio di visite guidate. Per info: cell. 338.2328894
e-mail: nostoi.aps@gmail.com

Polo Museale di Ascoli Satriano
ORARIO: aperto dal martedì alla domenica, la mattina dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e il pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 19.00; chiuso i lunedì non festivi.

sabato 11 ottobre 2014

venerdì 10 ottobre 2014

Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo

F@Mu 2014 | Il Filo di Arianna
GIORNATA NAZIONALE DELLE FAMIGLIE
AL MUSEO
12 ottobre 2014
Un giorno in cui poter visitare i musei in Italia in modo speciale con tutta la famiglia: il 12 ottobre prossimo, in occasione di F@Mu 2014 | Il Filo di Arianna, la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, su tutto il territorio del Paese musei, fondazioni ed esposizioni temporanee si apriranno alle famiglie con attività didattiche, giochi a tema, iniziative speciali e attività pensate apposta per l'occasione.
La Giornata Nazionale delle Famiglie al museo è organizzata in collaborazione e con il patrocinio delle principali amministrazioni comunali e regionali. L'evento quest'anno ha ricevuto inoltre il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), del Ministero dell'Economia, dell'ICOM, dell'Associazione Beni Italiani Patrimonio mondiale Unesco, e della RAI.
La F@Mu propone un tema conduttore: IL FILO DI ARIANNA che, diventando il simbolo intorno a cui far ruotare tutte le attività della Giornata, unirà idealmente tutti i musei aderenti, le famiglie partecipanti, e veicolerà l’incontro delle diverse culture, favorendo l’instaurarsi di relazioni tra adulti e bambini anche di diverse etnie.
La piattaforma web www.famigliealmuseo.it sarà consultabile dalle famiglie per avere informazioni sui diversi programmi dei Musei aderenti.
La F@Mu è un progetto del portale Kids Art Tourism (KAT), il primo e unico sito web in Italia dedicato esclusivamente alle proposte di didattica museale, artistica e scientifica che strutture pubbliche o private (musei, fondazioni, istituzioni, operatori turistici) offrono alle famiglie con bambini.
Questa edizione della Giornata sarà l'occasione di presentare ai Musei aderenti e alle famiglie il Manifesto per un Museo a Misura di Bambino ideato con Artkids, da anni impegnato in progetti educativi e nella realizzazione di prodotti editoriali che aiutino i bambini a incontrare l'arte e i grandi artisti.
Istituire questa giornata è stato un passo importante – spiega Elisa Rosa, fondatrice del portale internet www.kidsarttourism.com e Direttore Artistico di F@Mu 2014 – perché come è scritto nella convenzione sui diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza dell'ONU, Articolo 31, “Gli Stati parti rispettano e favoriscono il diritto del fanciullo di partecipare pienamente alla vita culturale e artistica e incoraggiano l'organizzazione, […] di attività artistiche e culturali”.
L'edizione 2014 di F@Mu si avvale della partnership di Accademia d'Arti Discanto nata nel 1993 con l'obiettivo di diffondere forme innovative di progettazione e marketing culturale, istruzione, formazione e orientamento, riferendosi principalmente alle proposte artistico-culturali più evolute esistenti a livello europeo ed internazionale.
Organizzata dall' Associazione Famiglie al Museo e da professionisti del settore in collaborazione con TNT, ElectaKids, il settimanale Topolino, Mercis BV, l'edizione 2014 della F@Mu conferma come testimonial ufficiali Matì e Dadà, i due personaggi protagonisti del cartone animato L'Arte con Matì e Dadà, il primo cartoon Rai a occuparsi di arte a misura di bambino. La serie è coprodotta da Achtoons e Rai Fiction ed è tra i programmi di punta della programmazione di RAI YoYo; alcuni episodi saranno proiettati nei musei aderenti alla manifestazione.
F@Mu 2014 è accompagnata da uno spot ufficiale, risultato finale di un workshop per bambini organizzato da Schermi e Lavagne, il progetto di educazione all’immagine in movimento della Cineteca di Bologna, partner dell'edizione di quest'anno (https://www.youtube.com/watch?v=t371BbHSNM4).

Queste le pagine F@MU per il Polo Museale e il Parco Archeologico dei Dauni di Ascoli Satriano:

sabato 13 settembre 2014

Puglia Open Days ad Ascoli Satriano


Per Puglia Open Days, dal 5 luglio al 27 settembre, il Polo Museale e la Cattedrale di Ascoli Satriano sono aperti ogni sabato dalle 20 alle 23 con visite guidate gratuite che partono alle ore 20.00, 21.00 e 22.00.

Information Point:
Polo Museale di Ascoli Satriano
Via Santa Maria del Popolo, 68, 71022 Ascoli Satriano FG, Italia
tel. e fax: 0885.651756
e-mail: polomusealeas@gmail.com


martedì 9 settembre 2014

PUGLIA OPEN DAYS: l'arte fa lo straordinario ... anche ad Ascoli Satriano

Comunicato Stampa di Puglia Promozione - Agenzia Regionale del Turismo
Clicca qui per andare al sito di Puglia Promozione

PUGLIA OPEN DAYS: l'arte fa lo straordinario
PUGLIA OPEN DAYS: l'arte fa lo straordinario
Con l'estate ritorna puntuale l'appuntamento con Puglia Open Days, il più vasto e articolato progetto di promozione e valorizzazione dell'offerta turistica territoriale voluto dall'Assessorato regionale al turismo e attuato da Pugliapromozione, in collaborazione con il MIBACT, la Conferenza Episcopale Pugliese, l'ANCI Puglia, l'UNPLI  Puglia (il comitato regionale delle Pro Loco).
Dal 5 luglio al 27 settembre, dalle 20 alle 23, ogni sabato è possibile scoprire gratuitamente il fascino dei beni culturali e la bellezza dei centri storici in compagnia di guide esperte, in giro dal Gargano al Salento, attraversando la Puglia Imperiale, l'area di Bari e la costa, la Valle d'Itria, i luoghi della Magna Grecia, della Murgia e delle Gravine. Aperti circa 250 luoghi d'arte e cultura in oltre cento Comuni, con visite guidate in 70 centri storici, 56 basiliche, cattedrali, chiese, santuari, 2 abbazie, 1 sinagoga, 27 castelli, 19 dimore storiche, 14 siti ipogei, 46 musei, 5 ecomusei, 12 aree archeologiche, 3 teatri storici. Accanto ai luoghi simbolo anche i tesori meno noti, lontani dai tradizionali circuiti turistici. Sono i piccoli Comuni delle reti dei "Borghi più belli d'Italia", dei "Borghi autentici d'Italia", dei "Gioielli d'Italia", dei "Borghi accoglienti" certificati con la Bandiera arancione del Touring club, le marine delle "Bandiere Blu"  e delle "Cinque Vele". Da segnalare anche le visite guidate per bambini e gli itinerari accessibili agli ospiti con esigenze speciali.
La Puglia è aperta a tutti. Con Puglia Open Days for Kids le attività sono a misura di bambini, le  città e i beni culturali diventano più ospitali grazie a laboratori didattici, spettacoli, visite guidate tematiche. Il tema della disabilità e dell'integrazione delle persone con esigenze specifiche è l'obiettivo di Puglia Open Days for All: non solo indicazioni sull'accessibilità dei luoghi d'arte, ma interi percorsi e itinerari urbani pensati per essere fruiti da tutti. Infine, su richiesta e prenotazione obbligatoria, è possibile ricevere il servizio di interpreti LIS e di assistenti dedicati per le disabilità motorie, sensoriali, intellettive, relazionali. Attenzione anche per i turisti a quattro zampe, segnalando i luoghi in cui è benvenuto il fido compagno di viaggio.
La cartoguida è lo strumento per percorrere in lungo e largo la regione, tracciando il proprio itinerario. Può essere ritirata presso la rete degli uffici di informazione e accoglienza turistica, sempre più capillare grazie alla collaborazione con i Comuni, dove si possono ricevere dettagli sulle attività ed è possibile prenotare alcuni servizi. Inoltre, aggiornamenti sempre disponibili sul sito internet www.viaggiareinpuglia.it e dai profili sui principali social networks. Infine, è possibile raccontare la propria esperienza in Puglia con immagini, video e post da condividere con hashtag #PugliaOpenDays

mercoledì 13 agosto 2014

Notti Sacre: "Madonne" - Mostra di Miguel Gomez

Si apre con la mostra di pittura "Madonne" di Miguel Gomez la kermesse culturale
Notti Sacre
che, consolidatasi nell'Arcidiocesi di Bari - Bitonto, si svolgerà con varie manifestazioni anche nella Diocesi di Cerignola - Ascoli Satriano.
L'esposizione sarà inaugurata presso l'Auditorium Diocesano del Polo Museale di Ascoli Satriano il 17 agosto alle 20:30 e sarà visitabile fino al 24 agosto 2014 nel consueto orario di apertura della stessa istituzione museale.

Miguel Gomez (Michele Loiacono) nasce a Wiesloch (Germania) nel 1962. Già da piccolo conosce e frequenta gli atelier di Pablo Picasso e Bernard Dubuffet. Ma è l’incontro con Salvador Dalì che segnerà definitivamente la strada di M. Gomez, avvicinandolo all’arte in tutte le sue forme ed espressioni. Frequenta il liceo artistico a Bari e a 19 anni, per circa un anno, gira l’Europa come artista di strada. Rientra in Italia e frequenta l’Accademia di Torino. Dal 1987 al 1994 si dedica all’incisione collaborando con artisti quali Emilio Greco, Aligi Sassu, Renzo Vespignani, Enrico Baj. Le sue opere si trovano, oltre che sul territorio nazionale, anche a New York, Sidney, Parigi, Madrid, Amsterdam, Atene, Heidelbergh, Karlsruhe, Freiburgh, Pazin, Zagabria. Dal 1994 si dedica alla ricerca di nuove espressioni artistiche e dal 2009, oltre che con la pittura, Miguel Gomez si esprime attraverso la Body Art, la Performing Art, la Video Art e le Installazioni.

La mostra "Madonne" si sposterà il 30 agosto alla Cattedrale di Cerignola, dove si potrà assistere a due concerti di musica sacra il 1° e il 5 settembre.
NOTTI SACRE si concluderà a Orta Nova ancora con un concerto presso la Chiesa Madre il 13 settembre.

L'ingresso è libero.

L'organizzazione e il coordinamento dell'evento è di Cinzia del Corral, Responsabile A.P.S. Federico II Eventi sede di Cerignola (federicoiieventi.cinziadc@gmail.com).

sabato 2 agosto 2014

Kalokagathìa: mostra pittorica di Roberto Radici

Roberto Radici, nato a Brescia il 24 aprile 1962, ha frequentato la scuola d’arte “Caravaggio” di Brescia e l’Accademia Delle Belle Arti di Brera a Milano.

La consapevolezza che l’arte è parte integrante e componente della sua vita lo ha portato ad una continua ricerca e sperimentazione dell’espressione artistica.
In modo particolare ha approfondito l’utilizzo della tecnica dell’affresco che è risultata essere la più consona alla sua manualità pittorica.
Attingendo dalle fonti dei grandi affrescatori del passato, ha elaborato un’interpretazione personale di questa tecnica complessa.

La mostra di una silloge delle sue opere allestita presso il Chiostro del Polo Museale di Ascoli Satriano ha come titolo Kalokagathìa, crasi di "kalòs kai agathòs", cioè "bello e buono", unità di bellezza e valore morale,

L'esposizione sarà inaugurata lunedì 4 agosto 2014 alle ore 20,30 e visitabile fino al 31 agosto in orario di apertura del Polo Museale.

Alla presentazione della mostra seguirà il concerto degli Hi-Five alle ore 21,30.

sabato 22 marzo 2014

XXII Giornate FAI di Primavera ad Ascoli Satriano

Sabato 22 e domenica 23 marzo 2014 tornano le Giornate FAI di Primavera, la storica manifestazione del Fondo Ambiente Italiano, giunta quest'anno alla sua ventiduesima edizione, che apre le porte di 750 luoghi splendidi.
Quest'anno sono dedicate al grande imperatore Augusto nel bimillenario della morte: ben 120 tra i luoghi aperti racconteranno la sua storia, tra cui quelli di Ascoli Satriano, Bovino e Lucera nella provincia di Foggia.
Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti. E saranno tantissimi gli Apprendisti Ciceroni® che accoglieranno i visitatori: oltre 22 mila studenti di ogni età che illustreranno gli aspetti storico-artistici dei monumenti e dei luoghi.
La ventiduesima edizione delle Giornate FAI di Primavera è realizzata grazie al prezioso contributo di Ferrarelle, main sponsor dell'evento, e di Mercedes – Benz che rinnovano il sostegno al FAI in queste straordinarie aperture anche per l'edizione 2014. Quest'anno l'evento registra per la prima volta anche la partecipazione e il prestigioso sostegno in qualità di sponsor di Banca Generali; e in collaborazione con il Gruppo Editoriale L'Espresso, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il Patrocinio della Commissione europea, con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile, con il concorso di numerose Regioni Italiane, con il Patrocinio di RAI − Radiotelevisione italiana.
Il FAI ringrazia ProvinceComuniSoprintendenzeUniversitàEnti ReligiosiFIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta, ANGT Associazione Nazionale Guide Turistiche, le Istituzioni Pubbliche e Private, i privati cittadini e tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 116 Delegazioni (più 48 Gruppi FAI e 51 Gruppi FAI Giovani) e ai 7.000 volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l'evento.
Clicca qui per conoscere il programma della provincia di Foggia.
Questo è il programma ad Ascoli Satriano, in provincia di Foggia:

IL PARCO ARCHEOLOGICO E IL MAUSOLEO
Itinerarium Civitatis Ausculi: alla scoperta dell'Ascoli romana "Augustea"
Indirizzo: Largo Maria Teresa di Lascia , 71022, Ascoli Satriano, FG
Venerdì: ore 9.30-13.00
Sabato: ore 9.30-13.00/15.00-17.00
Domenica: ore 9.30-13.00/15.00-17.00
Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Apprendisti Ciceroni®: Scuola Secondaria di Primo Grado “Vittorio Consigliere”; Liceo Classico “Vincenzo Lanza”; Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Foggia
Per informazioni: polomusealeas@gmail.com, tel. 3395058352 – 0885651756; info point, Via Santa Maria del Popolo, 68 c/o ex Monastero di Santa Maria del Popolo
Già dalla fine dell'Ottocento, la collina del Serpente costituisce un campo privilegiato per le ricerche archeologiche sulla Daunia preromana; ma da poco più di un decennio il territorio sta restituendo reperti che appartengono anche all'età romana repubblicana e imperiale. Il santuario, luogo di aggregazione e cerimonie inerenti il culto dei morti, sorge all'interno dell'area sacra e risale ai secoli VI-V a.C. I corredi funebri più lussuosi rinvenuti nelle tombe sono ora esposti al Polo Museale.
IL POLO MUSEALE E LA TOMBA DEL CAMMEO
Itinerarium Civitatis Ausculi: alla scoperta dell'Ascoli romana "Augustea"
Indirizzo: Via Santa Maria del Popolo, 68, c/o ex Monastero di Santa Maria del Popolo, 71022, Ascoli Satriano, FG
Venerdì: ore 9.30-13.00
Sabato: ore 9.30-13.00/16.00-20.00
Domenica: ore 9.30-13.00/16.00-20.00
Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Apprendisti Ciceroni®: Scuola Secondaria di Primo Grado “Vittorio Consigliere”; Liceo Classico “Vincenzo Lanza”; Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Foggia
Per informazioni: polomusealeas@gmail.com, tel. 3395058352 – 0665651756; info point, Via Santa Maria del Popolo, 68 c/o ex Monastero di Santa Maria del Popolo
Nel Polo Museale si ammirano la mostra Lo Spreco Necessario. Il lusso nelle tombe di Ascoli Satriano, con i corredi funerari dauni più lussuosi rinvenuti in territorio ascolano; la mostra Policromie del Sublime con i marmi e gli splendidi grifoni policromi restituiti dal Getty Museum; la sala dell’Apollo e del Bambino Cacciatore. In particolare, la mostra Policromie del sublime espone manufatti provenienti dal territorio dell’antica Ausculum destinati a un membro dell’élite daunia.
LA DOMUS DI ETÀ AUGUSTEA
Itinerarium Civitatis Ausculi: alla scoperta dell'Ascoli romana "Augustea"
Indirizzo: Piazza San Francesco d'Assisi, 71022, Ascoli Satriano, FG
Venerdì: ore 9.30-13.00
Sabato: ore 9.30-13.00/16.00-20.00
Domenica: ore 9.30-13.00/16.00-20.00
Visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni®: Apprendisti Ciceroni®: Scuola Secondaria di Primo Grado “Vittorio Consigliere”; Liceo Classico “Vincenzo Lanza”; Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Foggia
Per informazioni: polomusealeas@gmail.com, tel. 3395058352 – 0665651756; info point, Via Santa Maria del Popolo, 68 c/o ex Monastero di Santa Maria del Popolo
Il primo rinvenimento della domus augustea di Ascoli Satriano risale agli anni '20 del secolo scorso. I lavori degli anni '60 e l'incontrollata accessibilità del complesso hanno causato i danneggiamenti oggi così evidenti alle parti strutturali e decorative della casa; solo nel 1990 esse furono nuovamente portate alla luce. Tutti gli ambienti hanno il pavimento a mosaico. Proprio la decorazione musiva consente di datare la domus all'età augustea, con analogie riscontrabili a Pompei.

domenica 16 febbraio 2014

Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici

Il 15 e il 16 febbraio
in tutta Italia 2^ edizione delle
Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici

Al suo debutto, nel marzo dell'anno scorso, le Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici hanno fatto registrare, ovunque, presenze prima mai viste, facendo scoprire a migliaia di persone la ricchezza e l’interesse degli oltre mille Musei “ecclesiastici”, ovvero Musei Diocesani, di Cattedrali, Chiese, Confraternite disseminati lungo l’intera Penisola, da nord a sud, isole comprese; un immenso patrimonio che ai più è del tutto ignoto, scarsamente segnalato dalle guide turistiche delle città, “snobbato” da un certo ambiente culturale, soffocato da un’immagine di polverosità e noia che è assolutamente lontana dalla realtà di queste istituzioni.
La giornata ha avuto il merito di cominciare a far riemergere quelli che apparivano come i “Musei cancellati”, nonostante siano regolarmente aperti al pubblico, siano davvero tanti (più di mille), ricchissimi per patrimonio e per attività e siano ospitati in luoghi e monumenti tra i più belli delle città italiane.
L’AMEI – Associazione Musei Ecclesiastici Italiani, sulla scorta della più che positiva esperienza dello scorso anno, ha deciso di rinnovare anche nel 2014 le Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici, scegliendo come date il 15 e il 16 febbraio, nella ricorrenza del Beato Angelico, patrono degli artisti, che l’Associazione ha assunto come simbolo tutelare. Così sabato 15 febbraio e domenica 16, i più di 200 Musei Ecclesiastici aderenti all’Associazione (senza per altro escludere dall’iniziativa i Musei non ancora iscritti) apriranno gratuitamente le porte, proponendo, accanto al godimento delle loro diversissime collezioni, visite guidate, attività, incontri, musica. I Musei aderenti e le iniziative proposte da ciascuno di essi si possono trovare sul sito dell’Associazione: www.amei.biz.
Le Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici – ricorda monsignor Giancarlo Santi, presidente dell’AMEI - sono una delle tante iniziative che l’AMEI ha messo in cantiere per far emergere la forza in parte ancora nascosta della realtà museale ecclesiastica italiana. L’obiettivo è di far conoscere questo capillare sistema museale, non inferiore né per presenza né per contenuto a quello dei musei di gestione statale o di enti locali. Una strategia di emersione cui ci invitano anche le ricorrenze – che vorremmo ricordare – dei 450 anni del Concilio di Trento, Concilio che ha consegnato all’arte e agli artisti una fondamentale missione di comunicazione del messaggio evangelico; e dei 50 anni dal Concilio Ecumenico Vaticano II con la riflessione quanto mai attuale sulla funzione assegnabile alla produzione artistica sacra, a partire da quanto emerso nell’ambito del Concilio stesso. (Comunicato stampa dell'AMEI)

Per la seconda edizione delle Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici, nei giorni 15-16 febbraio 2014 (sabato e domenica), il Museo Diocesano di Ascoli Satriano sarà aperto dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 19,00.
L’ingresso è gratuito.


Le visite guidate partiranno ogni ora: la mattina, alle 10,00 – 11,00 – 12,00; il pomeriggio, alle 17,00 – 18,00 – 19,00 con un massimo di venti persone per volta. Per le visite guidate la prenotazione è obbligatoria ai recapiti sotto indicati.

Polo Museale di Ascoli Satriano – Museo Diocesano e Museo Archeologico
Diocesi di Cerignola – Ascoli Satriano
c/o l’ex Monastero di Santa Maria del Popolo
Via Santa Maria del Popolo, 68 – Ascoli Satriano (Foggia)
tel.: 0885.651756 - cell.: 338.2328894
e-mail: polomusealeas@gmail.com

I MARMI POLICROMI DI ASCOLI SATRIANO

Provenienti dal territorio dell’antica Ausculum, l’odierna Ascoli Satriano in provincia di Foggia, l’eccezionalità di questa serie di manufatti ha più ragioni: l’alta qualità del marmo, quello cristallino e trasparente scavato in galleria nell’isola di Paro che i Greci riservavano ai capolavori della scultura; la presenza della decorazione pittorica, così rara nei marmi giunti sino a noi e, soprattutto, la storia del ritrovamento di questi pezzi.

Nel maggio del 2006 il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale rintracciò un gruppo di oggetti nei locali del Museo Civico di Foggia e, quindi, lo trasferì a Roma a disposizione della Magistratura, nel quadro del procedimento penale relativo al commercio internazionale clandestino di reperti di scavo.

L’interesse degli investigatori era stato sollecitato dal fatto che, nel corso di indagini sviluppatesi durante gli anni precedenti, un cittadino italiano aveva ammesso di essere stato a suo tempo partecipe di un fruttuosissimo scavo clandestino svoltosi nel territorio dell’antica Ausculum, l’odierna Ascoli Satriano, nel quale era stato ritrovato sia un gruppo raffigurante due Grifi che dilaniano un cerbiatto, venduto poi ad un museo americano, sia una serie di altri oggetti, sequestrati invece dalla Guardia di Finanza di Foggia.

Di qui, dapprima la ripresa del fascicolo processuale aperto nel 1978 a carico del responsabile e, poco dopo, la vera e propria riscoperta dei marmi, prelevati dagli stessi militari dell’Arma il 5 maggio e depositati infine, per gli indispensabili interventi conservativi, presso il laboratorio di restauro romano della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma. La conferma dello straordinario interesse dei pezzi rimasti a Foggia e la palese corrispondenza fra la descrizione di ciò che era stato invece trafugato e venduto e quanto era conservato sulle coste occidentali degli Stati Uniti spingeva infine ad organizzare un sopralluogo nelle campagne di Ascoli Satriano.

Due tra i pezzi più eccezionali, il sostegno di mensa decorato con Grifi e il podanipter (grande bacino con supporto), furono acquistati dal J.-P. Getty Museum di Malibu che li ha restituiti all’Italia nel 2007.

Le indagini condotte dopo la restituzione hanno permesso, quindi, di ricollegare tutti i pezzi, in totale undici più o meno completi, facendone ipotizzare un’unica provenienza da un contesto funerario daunio della seconda metà del IV secolo a.C.: questi elementi marmorei sono infatti accomunati sia dalla particolare tecnica di lavorazione, la tornitura, sia dalla presenza della decorazione policroma; le analisi di laboratorio hanno poi confermato la pressoché medesima varietà di marmo, proveniente dalle cave greche più prestigiose. Tutti i manufatti sembrano rappresentare una versione particolarmente monumentale e finora del tutto sconosciuta di un ‘servizio’ funebre le cui forme richiamano molto da vicino la raffinata ceramica italiota di IV secolo a.C. ed esemplari in bronzo. In particolare, il grande cratere marmoreo non solo conserva tracce di policromia, ma anche l’impronta in negativo di una decorazione in oro che è stata riconosciuta come un motivo vegetale a foglie d’edera; il supporto da mensa è unico nel suo genere e la sua iconografia – due Grifi che uccidono un cervide – si rifa sicuramente a modelli orientali. Infine, il podanipter, tipico bacile per uso cerimoniale, mostra ancora al suo interno la splendida scena del trasporto delle armi di Achille da parte delle Nereidi che cavalcano mostri marini: un’iconografia coerente con la sua destinazione d’uso. Proprio il podanipter presenta interessanti elementi di affinità, per forme e cromia, con le pitture del Sarcofago delle Amazzoni, uno dei più alti esempi della pittura magno-greca del IV secolo a.C.

Tutto ciò a testimoniare la qualità dei manufatti che componevano questo complesso funebre, destinato con tutta probabilità a un membro dell’élite daunia.

(Testo tratto dal comunicato stampa del MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI - DIREZIONE GENERALE PER LE ANTICHITÀ - SOPRINTENDENZA SPECIALE PER I BENI ARCHEOLOGICI DI ROMA in occasione della mostra IL SEGRETO DI MARMO. I MARMI POLICROMI DI ASCOLI SATRIANO, svoltasi a Roma presso Palazzo Massimo dal 16 dicembre 2009 al 23 maggio 2010)